Chi siamo

Ente BERGAMASCHI NEL MONDO
Bergamo, via Bianzana 3 - telefono 035 340066 fax 035 363360
 

Presidente: Carlo Personeni

Presidente onorario: Santo Locatelli

Direttore: Massimo Fabretti

Membri Giunta: Sergio Beretta, Gaudenzio Cattaneo, Angelo Pagliarin, Carla Tobaldo

Carlo Personeni presidente Ente Bergamaschi nel mondoSanto Locatelli presidente onorario Ente Bergamaschi nel mondoMassimo Fabretti direttore generale EBM

Sergio Beretta membro del Consiglio EBM Gaudenzio Cattaneo membro del Consiglio EBMAngelo Pagliarin membro del Consiglio EBMCarla Tobaldo membro del Consiglio EBM


Costituito nel 1967 dalla Camera di commercio di Bergamo e dalla Banca Popolare di Bergamo, l'Ente Bergamaschi nel mondo a seguito dei numeri inconfutabili dell'Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero (A.I.R.E.) conferma di essere in assoluto la prima associazione di emigrazione della Regione Lombardia. Infatti al 31 dicembre 2012 l'A.I.R.E. ha confermato oltre 40.000 iscrizioni nei 244 Comuni della provincia di Bergamo. Questa posizione è così dal 1990, anno di istituzione dell'A.I.R.E. Un dato che purtroppo sta aumentando a causa della grave crisi economica che sta costringendo molti giovani a cercare un posto di lavoro all'estero.

Nella provincia di Bergamo stiamo assistendo quindi a una nuova emigrazione, non più della "valigia di cartone", ma quelli della "24 ore": giovani tra i 25  e i 40 anni, diplomati e laureati, plurilingue, pronti a partire per qualsiasi destinazione. Mentre la prima emigrazione, quella del secondo dopoguerra, seguì principalmente le direttirici del Nord Europa, questo nuovo fenomeno migratorio guarda ai mercati emergenti come Brasile, Australia, Canada, Cina e India.

C'è un fattore comune che caratterizza i due fenomeni migratori, quello del senso di appartenenza a una terra, alle sue tradizioni e cultura. Ente Bergamaschi nel mondo è da un paio d'anni coinvolto nella gestione di questa nuova realtà, impensata, molto articolata e soggetta a fattori e situazioni complesse.

Grazie alla bergamaschità e determinazione dei 34 presidenti dei Circoli e dei 20 responsabili delle Delegazioni, l'Ente Bergamaschi nel mondo può offrire l'opportunità di una ricerca senza intraprendere viaggi nel buio, permettendo così a questi giovani che giungono negli uffici di via Bianzana una possibilità concreta.

Per quanto riguarda le attività del 2013, oltre alle importanti celebrazioni di anniversari come i 45^ del Circolo dei bergamaschi de La Louviere in Belgio, il 30^ di Berna e Losanna e San Gallo, il 25^ di Lucerna sempre in Svizzera, sono aumentati i viaggi soggiorno nella terra natia per permettere agli emigranti anziani di mantenere vivo il collegamento con le proprie origini.

Recentemente 55 emigranti del Circolo dei bergamaschi di Liegi, condotti dal presidente cav. Paride Fusarri, sono stati ricevuti dal presidente della Provincia Ettore Pirovano, che ha ribadito loro la attenzione e sensibilità delle istituzioni orobiche nei confronti di chi dovette partire per cercare miglior fortuna.

Un 2013 all'insegna della informazione e formazione con il periodico "Bergamaschi nel mondo", una promozione e propaganda della terra bergamasca tramite la partecipazione a manifestazioni, eventi e fiere; i corsi di aggiornamento della lingua e cultura italiana, soprattutto presso i Circoli dell'America latina.

Un impegno particolare questo 2013 è dedicato ai missionari bergamaschi nel mondo, che sono per l'Ente un preciso punto di riferimento. Consensi unanimi ha raccolto il convegno "Missionari ed Emigranti", con il quale, nell'Anno Giovaneo, si è ribadito il grande valore del rapporto storico tra missionari ed emigranti bergamaschi, che nasce dalla condivisione degli insegnamenti di Papa Giovanni.

Un ulteriore impegno dell'Ente è quello di assistere i tanti giovani che a causa della grave crisi economica hanno deciso di emigrare per cercare un posto di lavoro. E tutto ciò è confermato dai dati AIRE che anche per il 2013 e il 2014 prevedono partenze per circa 1.200/1.300 giovani.